Dichiaro di aver letto ed accettato l'informativa sulla privacy. (Leggi l'informativa)
In evidenza

Home > In evidenza > Modena e provincia, una sanità che guarda al futuro

Modena e provincia, una sanità che guarda al futuro

Comune, Università e Aziende Sanitarie avviano il piano per il riordino delle aree ospedaliere

Modena nel mondo non è solo la città che, con il suo Duomo romanico, la Torre Ghirlandina e la suggestiva Piazza Grande vanta ben tre siti architettonici indicati come Patrimonio Unesco.
La città emiliana, che tra le sue tante specificità conta un sistema museale che copre pressoché ogni ambito dello scibile e che, ogni settembre, organizza un Festival della Filosofia, è in aggiunta un polo d’eccellenza in ambito sanitario, medico e biomedico. Aderendo al motto riportato nello stemma cittadino, “Avia Pervia” (“L’inaccessibile diventa accessibile”), Modena contribuisce a livello internazionale nel perfezionamento delle pratiche e dei dispositivi atti a migliorare la vita dell’uomo.
“Modena, e in generale il territorio modenese, sono noti nel mondo per le auto più belle e il cibo più buono tra Ferrari, Maserati, Pagani, lo chef numero uno al mondo Massimo Bottura, e una buona cucina diffusa - evidenzia il sindaco Gian Carlo Muzzarelli - Ma c’è tanto altro, dal distretto ceramico della pedemontana sino al distretto biomedicale. Il biomedicale è ai vertici mondiali per qualità della ricerca, e siamo certi che darà risposte importanti anche in questi difficili anni”.
Con il protocollo d’intesa firmato a fine luglio di quest’anno il Comune di Modena, l’Azienda ospedaliero-universitaria, l’Azienda Usl e Unimore si impegnano a definire insieme la strategia e le prospettive della rete sanitaria locale con un Piano di riordino e sviluppo delle aree ospedaliere cittadine. La collaborazione prevede di agevolare l’accesso alle strutture e migliorare le zone di sosta e i percorsi dei mezzi pubblici, riqualificare gli spazi esterni favorendo il verde e privilegiare soluzioni costruttive all’avanguardia. Sono questi alcuni degli obiettivi principali del Piano che i quattro enti promuovono nell’ottica del potenziamento degli ospedali e della riorganizzazione dei servizi. Il progetto, sul quale opererà un apposito gruppo di lavoro, permetterà di individuare soluzioni condivise in tre settori: la mobilità, con la revisione dei criteri di accesso ai nosocomi in auto, in bici e a piedi, l’ambiente, col rinnovamento degli spazi aperti e l’impegno a migliorare il paesaggio dopo i lavori futuri nei comparti ospedalieri e l’edilizia, con la valutazione di scelte costruttive di profilo internazionale. 

Filippo Bordignon

Condividi su:

ARTICOLI SIMILI

Cardiologia Policlinico di Modena: paziente al centro

L’équipe, coordinata dal professor Boriani, è all’avanguardia in Italia per le patologie cardiache

LEGGI L'ARTICOLO
I display “green” valorizzano il prodotto

T3 Progetti: la soluzione espositiva su misura per i tuoi prodotti

LEGGI L'ARTICOLO
Negozi, uffici, scuola: più protetti, semplicemente

Borinato Security lancia, con il marchio Bos, tecnologie innovative per contrastare la diffusione del coronavirus

LEGGI L'ARTICOLO
LO SPORT? EMOZIONE ALLO STATO PURO

Linus, classe 1957. Deejay, scrittore e amante dell’attività fisica, la corsa in modo particolare. Ritratto di uomo “poligamo per natura”

LEGGI L'ARTICOLO
Trombosi VENOSA: cause e fattori scatenanti

Punto della situazione dalla professoressa Marzia Lugli, presidente del Collegio Italiano di Flebologia

LEGGI L'ARTICOLO

Una comunicazione integrata,
mirata e personalizzata

Una comunicazione integrata, mirata e personalizzata per rispondere "su misura" ai precisi bisogni del cliente.
Una straordinaria vetrina indispensabile per tutti coloro che desiderino promuovere la propria immagine verso un target di lettori di prestigio.

© 2020 Publiscoop Group | Privacy policy | Cookies policy | Design by Kreativa srl